I traduttori automatici rimpiazzeranno i traduttori umani?

  • Homepage
  • >
  • Blog
  • >
  • I traduttori automatici rimpiazzeranno i traduttori umani?
traduzione automatica

Noi traduttori dobbiamo aver paura dei traduttori automatici?

Da quando hanno cominciato a far parte della vita quotidiana, grazie all’avvento di programmi gratuiti di traduzione automatica come Google Translate, l’impressione che il ruolo del traduttore umano fosse destinato a scomparire è diventata per molti motivo di seria preoccupazione.

L’algoritmo dei traduttori automatici non è mai rimasto statico. Dobbiamo ammettere che gli sforzi di Google Translate e compagni sono evidenti, e oggi le traduzioni automatiche dei software di traduzione sono molto più accurate e attendibili di quanto lo fossero in passato.

I traduttori professionisti sono destinati davvero ad essere rimpiazzati da robot e software automatici?

Una simile affermazione sembra, ancora oggi, prematura… e forse lo sarà per sempre, a meno che l’uomo non sia in grado di affidare alla macchina quello che la macchina ancora non ha: il ragionamento.

I software eseguono operazioni inserite dall’uomo in tempi velocissimi, anche più veloci del ragionamento umano, ma il ragionamento umano non fa e non farà parte della macchina ancora per un po’ di tempo.

La bravura del traduttore umano, la peculiarità che non potrà trasferire ad un programma binario, sta nel ragionamento e nella conoscenza.

La traduzione è frutto di un bagaglio culturale, sociale e accademico che il traduttore è in grado di inserire all’interno della propria traduzione.

Una traduzione professionale non può prescindere dalla conoscenza non solo della grammatica, dei modi di dire e dei costrutti più diffusi, cosa che anche un software può memorizzare ma facilmente cadere nell’errore.

Bisogna, tuttavia, dire che i traduttori professionisti stessi devono, oggi, reinventarsi avvantaggiandosi delle nuove tecnologie e che il futuro del loro lavoro contiene anche una grossa fetta di post-editing. Infatti, in più, la traduzione professionale umana aggiunge contesto, storia, conoscenza del luogo, conoscenza dell’epoca storica, pregresso, confronto con altre traduzioni già avvenute nello stesso campo e tanto altro e ciò si applica su ogni tipo di traduzione, che sia una traduzione editoriale, una traduzione economica, una traduzione tecnica o scientifica.

La dimostrazione è tangibile guardando ai dati del commercio della traduzione rilasciati dall’azienda di consulenza Common Sense Advisory: le traduzioni generano un introito di 37 bilioni di dollari l’anno.

Un mercato, in sostanza, affatto in decadimento.

Cerchi un professionista per questo tipo di lavoro?

Condividi

Aniti è socia di:

Aniti è rinosciuta da:

© 2021 A.N.I.T.I. Associazione Nazionale Italiana Traduttori e Interpreti  C.F. 97184630156 | Privacy Policy | Note legali | Cookie Policy