Il ruolo del traduttore nella storia

traduttore

Se non fossero esistiti i traduttori non sarebbe sopravvissuta la cultura.

Non è un’esagerazione, se pensiamo bene a quanti testi scritti sono stati tramandati grazie al duro lavoro degli scribi, gli antenati dei traduttori moderni, che prima ancora del periodo classico si preoccupavano di trascrivere tutti i testi per favorire la comunicazione tra re e imperatori.

Se non fossero esistiti i monaci benedettini, tutti i testi classici non sarebbero arrivati a noi. Immaginiamo un mondo senza Socrate, Aristotele, Platone. Senza gli amanuensi e le loro traduzioni dal greco al latino, questi testi sarebbero forse stati perduti.

Eppure, fino al Rinascimento, lo studio delle lingue era rimasto circoscritto ad una élite di filosofi, scrittori e scienziati, unici detentori del sapere e per questo in posizione di vantaggio rispetto agli altri.

Sono due i momenti storici che hanno cambiato per sempre il ruolo del traduttore: la scoperta dell’America, per la necessità di comunicare con lingue totalmente nuove e diverse da quelle europee e orientali, e la riforma protestante di Martin Lutero, che segnò il passaggio dall’uso del latino alla lingua volgare.

In questi due passaggi storici, le lingue native e straniere non sono più ad appannaggio esclusivo dei filosofi e degli scienziati, ma diventano a tutti gli effetti lingue del popolo.

Questa nuova consapevolezza conduce direttamente all’Illuminismo: la necessità di conoscere porta alla creazione della prima enciclopedia del sapere tradotta in moltissime lingue. Il traduttore diventa così ruolo portante nel trasmettere la conoscenza da persona a persona.

L’ultima svolta reale che ha coinvolto i traduttori, trascinati dal progresso tecnologico, è il nostro amato computer. Il computer permette di accedere ad un’infinità di informazioni nelle lingue più disparate, e i servizi di traduzione istantanea permettono addirittura di tradurre queste informazioni nella nostra lingua in tempo reale.

Il lavoro del traduttore oggi è completamente rivoluzionato: non si occupa solo di tradurre da una lingua all’altra, ma “muove” concretamente le informazioni da una cultura all’altra, da una persona all’altra.

Cerchi un professionista per questo tipo di lavoro?

Condividi

Aniti è socia di:

Aniti è rinosciuta da:

© 2021 A.N.I.T.I. Associazione Nazionale Italiana Traduttori e Interpreti  C.F. 97184630156 | Privacy Policy | Note legali | Cookie Policy